IMUN 2020

Italian Model United Nations

IMUN 2020 Napoli é stata una bellissima occasione professionale, dove la parte migliore, è la straordinaria preparazione dei ragazzi: brillanti, con la voglia di dare una possibilità alla strampalata famiglia umana.

Tre giorni per fotografare centinaia di studenti, che con grinta e determinazione, discutevano delle problematiche e delle eventuali soluzioni, relative alle politiche economiche e morali per il nostro pianeta.

I partecipanti erano dislocati in tre location di eccezione: La Sala dei Baroni e Antisala dei Baroni al Maschio Angioino, la sontuosa Sala Gemito di Galleria Principe di Napoli e Aula Grande e Aula Piccagli dell’Università degli Studi Parthenope.

Tutti erano rigorosamente vestiti in “Formal Dress” ed a turni, secondo le procedure di dibattito attuate presso il palazzo di vetro dell’ ONU, si avvicendavano presso una zona podio per sottoporre problemi e soluzioni ai paesi che rappresentavano: ognuno era in possesso di una “placard” una striscia dove si leggeva a chiare lettere il paese che rappresentavano (non nascondo che sono venuto a conoscenza dell’esistenza di stati di cui non avevo mai sentito prima di allora).

Tantissimi i temi discussi: dall’eliminazione delle micro-plastiche negli oceani al terrorismo digitale, alla preservazione del patrimonio culturale durante le guerre

Lo scopo della simulazione è quello di confrontarsi, intervenire, mediare una posizione e cooperare per scrivere una risoluzione. 

Con me Eugenio Persico e Stefano Petti, videomaker di primordine che alla fine dei tre giorni hanno presentato un video esplicativo della manifestazione. In queste occasioni la mia ottica preferita è, e sarà sempre il Nikkor 24-70 f2,8, mi permette di porre lo guardo ovunque restando sempre un passo fuori la scena, ma garantendomi ugualmente ottimi risultati.

Vedere una moltitudine di giovani così preparata, mi ha dato un grande senso di speranza, specialmente se paragonata a quello che normalmente siamo abituati a vedere, di cattivo e malandato

 

Se questo articolo ti è piaciuto lascia un like o condividi

Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

oppure

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

I post più popolari: